Endodonzia

dott. Stefano Montironi e Partner

Un buon trattamento canalare è come creare basi sicure su cui investire.

Devitalizzare un dente è una procedura difficile e responsabile che richiede alta competenza. Attualmente il concetto di “!devitalizzazione”sta prendendo un aspetto più attuale a fronte di nuove realta e conoscenze batteriologiche che stanno emergendo.

In questo studio con criterio di causa, si fanno scelte terapeutiche in base alle esigenze biologiche  ed esigenze del paziente, tanto che la terapia divinee condivisa tra medico e paziente, tra infomrazione e conoscenza.

La Terapia Canalare o Trattamento Endodontico, consiste nell’asportazione dei tessuti dentali interni composti da vasi e nervi, dall’adeguata pulizia e sterilizzazione del canale dentale e dalla sua perfetta chiusura tridimensionale.

Tutto ciò è indispensabile per evitare spiacevoli conseguenze e complicanze a livello degli apici delle radici che si manifesterebbero sotto forma di granulomi e cisti.

Strumenti e tecnologia endodontica

Una moderna endodonzia prevede l’uso combinato di più strummenti elettronici. Nello specifico dei nostri protocolli facciamo uso dei seguenti strumenti in successione d’uso:

  • Rivelatore elettronico d’apice
  • Preparazione del canale con tecnica manuale/ meccanica associate
  • Chiusura termica tridimensionale del canale
  • Retro riempimento con garanzia del sigillo laterale con Guttraperca fluida
Metodica di devitalizzazione dentale

Per una perfetta e predicibilita’ dei risultati si standardizzano i seguenti passaggi:

  • Isolamento del campo operatorio con diga di gomma
  • Apertura della camera pulpare
  • Detersione del canale dal fascio vascolo-nervoso, e dai detriti dentinali infetti
  • Irrigazione con Ipoclorito di sodio ad alta temperatura( 200°C)
  • lavaggi con EDTA
  • lavaggi con specifici diinfettanti battericidi soprattutto per le forme di S. Feacalis
  • Misurazione della lunghezza canalare
  • Alesatura e preparazione manuale/meccanica del canale
  • Misurazione e test dei coni di guttaperca
  • Chiusura tridimensionale del canale
Pulpectomia canalare

E’ una medicazione del dente, previa rimozione del fascio vascolo-nervoso infetto che si adotta nei casi in cui non è possibile effettuare una terapia canalare completa nella stessa seduta.

In casi estremi, in caso di ascessi purulenti, fistole gengivali, alla prima Pulpectomia ne possono seguire altre con medicazioni differenti a seconda del caso ed alla discrezione dell’operatore.

L’intervento di pulpectomia si esegue nei seguenti casi:

  • Come primo intervento d’urgenza in caso di dolore acuto notturno e continuativo
  • Nel caso di ascessi acuti in fase purulenta
  • Per far drenare ascessi con produzione di pus
  • Nel caso di più medicazioni successive, dello stesso tipo o natura differente

 

Pulpotomia canalare
E’ una metodica oramai superata che consiste nell’asportazione della sola porzione coronale del nervo dentale al fine di una terapia d’urgenza.

 

Trattamento Canalare

Per trattamento canalare si intende la sola procedura di detersione e chiusura tridimensionale del solo canale dentale contenuto nella radice.

Le radici dentali possono contenere da uno a piu’ fasci vascolo-nervoso e richiedere tempi differenti di terapia.

 

Ritrattamento Canalare (si preferisce non farli)

Si tratta della procedura di rifacimento della precedente terapia canalare eseguita con molta pazienza e spreco di vari strumenti canalari in acciaio. Il successo del trattamento non è predicibile a partire dalla radiografia iniziale, causa calcificazioni del canale, e tante altre complicazioni. Pertanto statisticamente parlando è bene valutare col paziente i pro e contro della scelta terapeutica.

I casi in cui e’ prevista sono i seguenti:

  • Terapie canali incomplete
  • Terapie canalari corte
  • Granulomi apicali
  • Necessita’ di rifacimento protesico al fine di certezze terapeutiche a lungo termine

 

Ricostruzione dentale di denti devitali

E’ una proceduta clinica che si effettua alla fine della Trattamento Endodontico.

Per dare corpo al dente si utilizzano Perni in fibra di vetro trasparente, in numero corrispondente al numero dei canali presenti.

Procedura:

  • Rimozione di un terzo della guttaperca di riempimento del canale
  • sagomatura del canale con frese calibrate
  • Misurazione e scelta del perno adeguato
  • Cementazione sotto diga del perno
  • Ricostruzione classica della parte rimanente della corona dentale con materiale composito

Lo Studio Dott. Montironi, anche in questa sezione e’ attendo a NON usare metalli.

Terapia Canalare Denti Decidui o da latte

I denti Decidui o da latte con carie destruente, compatibilmente con il loro tempo di permanenza in bocca, vengono salvati mediante il trattamento canalare. L’unico materiale utilizzato come riempitivo del canale è l’idrossido di calcio, materiale batteriostatico, facilmente riassorbibile dall’organimo che prevede un dente permanente sottostante in fase di crescita e sviluppo. 

Compatibilmente con la situazione ed il caso clinico, la procedura di Pulpectomia, Terapia Canalare e Ricostruzione senza perni, vengono affrontate assieme.

Il mantenimento dei denti decidui devitali ha per noi come unico scopo:

  • Mantenimento dello spazio in arcata sufficente e necessario per una corretta eruzione dei denti definitivi
Share This