L'odontoiatria come medico estetico

dott. Stefano Montironi e Partner

Terapia estetica: L’odontoiatria come medico estetico

Affrontare il tempo con un aspetto più giovane, significa sentirsi in armonia con se stessi e con gli altri, significa sentirsi al passo con i tempi, con i modi e con le modalità.

Punto di forza della Medicina Estetica dello studio Montironi: L’uso di Protocolli combinati al fine di rispettare, ripristinare la morfologia del viso senza assurdi cambiamenti.

Perché affidarsi all’odontoiatra come medico estetico per la cura dell’aging? Un esperto del sorriso, un Master Universitario in Medicina Estetica dei tessuti periorali, sono la garanzia di una figura professionale
Oggi giorno essere odontoiatri significa occuparsi della salute orale di una persona senza trascurare l’integrazione tra estetica del sorriso ed estetica del viso.

L’utilizzo delle tecniche di medicina estetica da parte dell’odontoiatra qualificato, rappresenta quel non plus ultra che completa e migliora i risultati delle terapie dentali, offrendo al paziente quel senso di armonia in un ambiente di fiducia.

I trattamenti di medicina estetica del dott. Montironi, si avvalgono non solo di una tecnica qualificata da un Master Universitario specifico, ma soprattutto integrano conoscenza dermatologica alla fisiologia della pelle, attraverso la scelta mirata di sostanze che danno realmente un ringiovanimento “naturale” al/alla paziente.

Dal testo di legge 409/1985, si evince il campo di competenza dell’Odontoiatra:

“…[…], DEI DENTI DELLA BOCCA, DELLE MASCELLE E DEI RELATIVI TESSUTI…”

Art.2- Formano oggetto della professione di odontoiatra le attività inerenti alla diagnosi e alla terapia delle malattie ed anomalie congenite ed acquisite dei denti, della bocca, delle mascelle e dei relativi tessuti, nonché alla prevenzione e alla riabilitazione odontoiatrica. Gli odontoiatri possono prescrivere tutti i medicamenti necessari all’esercizio della professione”.
I trattamenti estetici consigliati, vengono inseriti nella complessiva analisi clinica del paziente odontoiatrico, contemplati in un protocollo di cura ampio e combinato, in modo da rendere la cura estetica “correlata” all’interno del programma terapeutico odontoiatrico.

 

Odontoiatra – Medico Estetico

Nel caso dell’odontoiatra, la norma istitutiva del ruolo professionale e la legge n. 409 del 1985. All’art.2 dice che l’odontoiatra può svolgere “le attività inerenti alla diagnosi e alla terapia delle malattie e anomalie congenite e acquisite dei denti, della bocca, delle mascelle e dei relativi tessuti, nonché alla prevenzione e alla riabilitazione odontoiatrica”.

Diritto alla salute

Si comprende come il diritto alla salute (art. 32 Costituzione) viene ormai inteso in modo sempre più ampio. Anche la bellezza (o meglio, il sentirsi belli) implica un concetto di salute che farebbe rientrare anche la Medicina estetica in ambito terapeutico. Il compito dell’odontoiatra come medico estetico è quello, quindi di modulare gli effetti dell’invecchiamento..

Sentenza Cassazione: l'Odontoiatra come Medico Estetico

Sull’argomento della potestà dell’odontoiatra ricordiamo che la sentenza della III sez. della Corte di cassazione 150787/00 ha chiarito inequivocabilmente che “a parte il restringimento dell’ambito nel quale opera, l’odontoiatra è senz’altro medico dei denti, secondo il significato etimologico del termine, e, entro tali limiti, esercita la professione medica”.
Conseguenza di ciò è che l’odontoiatra ha potestà certa di esercizio in medicina estetica, con i limiti imposti dalla topografia e dalla invasività degli interventi.
La Cassazione, infatti, con sentenza 15078/2000, afferma che l’odontoiatra, pur limitato al distretto orale e periorale, e a tutti gli effetti medico ed esercita attività medica.
Chiunque svolga attività di Medicina estetica deve farlo assicurando al paziente una prestazione di qualità garantito mediante un percorso formativo specialistico – master universitario per permettere la formazione di specifiche competenze in Medicina estetica. In questo senso, peraltro, si sta muovendo anche la Comunità Europea

World Health Organization: Concetto di Salute

Fondamento dell’arte medica è il ripristino dello stato di salute dell’individuo e della popolazione; del concetto di salute vige la definizione del 1946 del World Health Organization, – “Health is a state of complete physical, mental and social well-being and not merely the absence of disease or infirmity (La salute è uno stato di completo benessere, da un punto di vista fisico, pscicologico e sociale e non può essere definito soltanto come un’assenza di malattia o debolezza)”; questo chiarisce in modo inequivocabile il dovere che ha il medico di trattare anche le patologie con risvolti psichici.

Competenze dell’Odontoiatra come Medico Estetico dei tessuti orali e periorali

Occorre precisare che sia il medico chirurgo sia l’odontoiatra che intendano dedicarsi alla medicina estetica devono avere un bagaglio di competenze relative a:

• fenomeno dell’aging;
• merceologia dei farmaci e dei dispositivi utilizzati in medicina estetica;
• tecniche terapeutiche, peraltro soggette a continue variazioni con una notevole esigenza di aggiornamento;
• gestione delle reazioni avverse.

Formazione Universitaria: Master di II livello in Estetica dei tessuti orali e periorali in odontoiatria

Un Master Universitario di perfezionamento riguardante la Medicina Estetica dei tessuti orali e periorali, rilasciato dall’Università degli studi di Padova, come quello conferito dal dott. Montironi, garantisce una notevole professionalità ed adeguatezza agli standard europei di formazione professionale, nonché la reale competenza nel settore della medicina estetica del viso.

Un Master come questo, permette di apprendere tecniche di medicina estetica e tecniche di odontoiatria estetica, dando così la capacità all’odontoiatra di saperle integrare. In questo modo, l’odontoiatra sarà in grado di ottimizzare il trattamento estetico del paziente, avvalendosi di approfondite conoscenze non solo di odontoiatria estetica a livello dei tessuti orali, ma anche delle nuove metodiche di medicina estetica con l’uso di materiali completamente riassorbibili che stimolano la rigenerazione cellulare e la rivitalizzazione di tali tessuti che permettono di migliorare l’esito del trattamento odontoiatrico. Sempre di più infatti al giorno d’oggi i pazienti richiedono all’odontoiatra di rifinire il trattamento a livello periorale e l’odontoiatra deve essere in grado di perfezionare egli stesso il trattamento.

Non si dimentichi che i “Filler” sono dispositivi medici secondo l’accezione prevista dal D/lgs 46/97