Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione.
Continuando a navigare nel sito si accetta la nostra politica cookie.
rss
Pazienti cardiopatici: raccomandazioni per le cure dentarie

E' importante che l'odontoiatra, durante la 1° visita raccolga un'anamnesi farmacologica aggiornata:... Dettagli..


Il movimento nella danza: dualismo tra ninfa e menade.

Dettagli..


Odontoiatria chirurgica e terapia anticoagulante

La gestione chirurgica di un paziente sottoposto a terapia anticoagulante. Dettagli..


tutte le news

siete in > Programmi > Gravidanza



programma
 Gravidanza

Pianificazione di un insieme di trattamenti per seguire e consigliare le future mamme nella delicata fase di attesa.

La Gravidanza è un momento speciale della vita della donna durante la quale per nove mesi, si affronta un periodo di cambiamenti, che vanno dalle abitudini alimentari alle concentrazioni ormonali.

In questo periodo sono sono frequenti fastidi e disturbi a denti e gengive.

Il Programma Gravidanza è nato per accompagnare e dare sostegno alle future mamme durante tutto il percorso della gravidanza, seguirle durante le eventuali problematiche che dovessero insorgere ed istruirle riguardo alla propria prevenzione e quella del bambino in arrivo.


Denti, gengive e gravidanza Gravidanza e Malattia Parodontale
Cambiamenti mucosa orale in gravidanza Alterazioni salivari ed ormonali in gravidanza
Controlli periodici e trattamenti dentali in gravidanza Aspetto clinico del "Programma Gravidanza"
Come curare l'igiene orale in gravidanza


Denti, gengive e gravidanza

I cambiamenti ormonali e le diverse e nuove abitudini alimentari possono modificare la composizione della saliva rendendo più facile l’accumulo di placca e tartaro. L’elevato livello di progesterone e di estrogeni dovuto alla gravidanza determina un aumento dell’infiammazione a carico delle mucose orali e delle gengive con possibile sanguinamento.


Gr
avidanza
e Malattia Parodontale


Nello specifco della Malattia Parodontale, le ultime ricerche hanno portato alla luce come in alcune forme gravissime la malattia parodontale stessa è associata ad un aumentato rischio di nascita di bambini prematuri e/o sottopeso.


Cambiamenti mucosa orale in gravidanza


L’alterazione ormonale, soprattuto estrogeni, che accompagna una donna dalle prime fasi della gravidanza, comporta dei cambiamenti a livello vascolare, quali l’inspessimento della sottomucosa per aumentata vascolarizzazione, intensita' del flusso sanguigno.
Le gengive, quindi, divengono più sensibili e più esposte al rischio di infezioni in rapporto agli estrogeni.

In gravidanza bisogna fare molta attenzione alle condizione igieniche di tutto il corpo, che vanno dalla pulizia delle parti intime, a quella del capezzolo per prepararlo allattamento, sino all’igiene dentale.


Alterazioni salivari ed ormonali in gravidanza

La saliva si modifica sia in modo qualitativo che quantitativo.
Nel primo caso si arricchisce di acido saccarico, in quale comporta un effetto negativo sui denti, aumentando il rischio di carie per aumentata disponibilita' di zuccheri liberi ai bateri della placca orale.
Nel caso della quantità, invece, si va incontro a scialorrea, ovvero quella difficoltà di deglutizione che porta ad un aumento della quantità di saliva all’interno della bocca.

Tutte queste alterazioni del cavo orale e della saliva, portano alla comparsa di alcuni disturbi come gengiviti e carie.

E' frequente, nel caso di infiammazioni elevate un sanguinamento notevole e spontaneo senza sollecitazione meccanica. Un tale stadio di infiammazione porta spontaneamente ad una riduzione della frequenza dell’igienizzazione della bocca, oppure ad avere una igiene superficiale. Questo meccanismo a come conseguenza l’insorgere di placca e l'accumulo di tartaro, tali da indurre la nascita e lo sviluppo di altre infezioni.

L’aumento del volume di sangue e dei liquidi interstiziali, in gravidanza, comportano sofferenza per le gengive che tendono a sanguinare e questa costrizione porta anche all’accumulo di residui di cibo, che autoalimentano il livello di infiammazione come presiedono alla creazione di aree e zone di ingresso diretto al sistema sanguigno favorendo complicanze notevoli.


Come curare l'igiene orale in gravidanza

Il consiglio principale consiste nel fare una visita meticolosa prima della nascita del bambino, se si riesce a programamre l'evento. E' proprio la trascuratezza e la cattiva igiene orale che comportano carie e situazioni più complicate che rendono poi il momento della gravidanza veramente terribile, nel caso si debbano assumere farmaci per la persistenza di dolre.

Di nomra, passati i primi tre mesi, si procede subito ad una seduta di igien orale, controllo del sanguinamento gengivale ed il livello di sensibilita' dentale.

La diagnosi radiografica viene evitata il piu' possibile preferendo una diagnostica cariosa per transilluminazione.

Se strettamente necessario, e quando non è possibile rimandare per dolore e possibili complicanze, l’intervento dentale sulla futura mamma, e' uguale a quella di una qualsiasi altra paziente, sempre che qualora il dentista adotti tutti gli accorgimenti necessari.

I consigli principali sono: 


  • Curare l’igiene orale anche nel caso di sanguinamento gengivale e ad infiammazione,
  • Utilizzare spazzolini con setole morbide, oppure uno spazzolino per bambini che riesce ad arrivare anche nei punti più nascosti della bocca,
  • Fare uso di dentrifci per denti sensibili, e con livello di abrasivita' controllata, cercando il livello minimo di 25 RDA
  • Non dimenticare mail il filo intedentale, usato cone delicatezza senza spingerlo nel solco con forza i quanto potrebbe essere causa di dolore, sanguinamento e lesioni alle gengive molto fastidiose.


Controlli periodici e trattamenti dentali in gravidanza


In previsione di una gravidanza, è utile programmare in anticipo una visita di controllo con radiografie al fine di escludere eventuali problemi.

E’ molto importante quindi, per la salute dentale della madre e del feto, eseguire durante il periodo della gravidanza controlli periodici dal dentista seguendo il seguente protocollo:

  • Primo trimestre: visita di controllo e valutazione di eventuali trattamenti da eseguire. E’ consigliato eseguire una seduta di igiene professionale ed utilizzare adeguate tecniche di igiene orale e spazzolamento dei denti. Se necessario applicare fluoro o desensibilizzanti ai colletti dei denti scoperti o abrasi.
  • Secondo trimestre: è il momento più indicato per sottoporsi ad eventuali trattamenti urgenti non rinviabili. Per quanto riguarda le radiografie, la nostra filosofia è quella di evitarle completamente affidandoci ad una tecnica diagnostica di transilluminazione.
  • Terzo trimestre: se tutto va bene, visto che la paziente ci ha seguito durante le varie fasi, consigliamo manovre apposite di spazzolamento, profilassi per preparare i tessuti della bocca al periodo durante il quale la madre non avra' tempo per fare visite specialistiche e dovra', soprattutto, abiturasi all'esperienza della nascita, coccolare il proprio bimbo, nutrirlo e crescere assieme.

Importantissimo sara' poi l'igiene orale del piccolo e degli strumenti atti alla nutrizione, per evitare sovrainfezioni da Candida che si manifestano con una patinatura biancastra della lingua  e delle mucose orali.


Aspetto clinico del “Programma Gravidanza”

  • Prevenzione e trattamento carie dentale
  • Prevenzione e trattamento della sensibilità dentale
  • Prevenzione e trattamento della gengivite
  • Prevenzione e trattamento della malattia parodontale o “piorrea” e delle epulide gravidiche
  • Formazione sulla propria igiene orale e del piccolo in arrivo.

Care mamme vi aspettimo , non abbiate timore per il feto, curarvi significa prevenire.


Studio Odontoiatrico Dott. Stefano Montironi

Via Dario Campana 6/e, 47922 Rimini (RN)


Tel. 0541/774720; cell. 334/2572797
CF. MNT SFN 68L26 H294H, P.iva. 02493330407
Iscrizione Ordine Medici Provincia di Rimini n°191 
Iscritto Albo CTU Tribunale di Rimini

info@montironi.it  - stefano.montironi@pec.andi.it -Privacy - Conformità e  Disclaimer

Verifica se il tuo dentista e' un professionista accreditato , clicca qui verrai indirizzato sul sito della
Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri.