Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione.
Continuando a navigare nel sito si accetta la nostra politica cookie.
rss
Appunti da “Icones Symbolicae”

Filosofie del simbolismo e loro portata per l'arte Dettagli..


Cosmesi in odontoiatria

Assorbimento tras-cute o iniezione bio-rivitalizzante? Dettagli..


Ipersensibilità dentinale e relativa terapia desensibilizzante

L’ipersensibilità dentale è una condizione dolorosa che incide nella popolazione adulta almeno per i... Dettagli..


tutte le news

siete in > Medicina Estetica > Peeling viso







medicina estetica
 Peeling Viso




Superficializzare le rughe sottili, aumentare la luminosità del viso, migliorare la consistenza della pelle, sono alcuni degli obiettivi di un peeling chimico.




Definizione di Peeling chimico per viso

Meccanismo d'azione di un Peeling
Modalità del Trattamento viso con Peeling Classificazione dei Peeling chimici
Classificazione dei Peeling Caratteristiche di un Peeling per il viso

Indicazioni ai Trattamenti con Peeling









Per approfondimenti sulle caratteristiche di ogni tipologia di Peeling, si consiglia la relativa lettura presso la sezione Articoli e News, Articoli Medici. CLICCA QUI e poi cerca la sottosezione Medicina Estetica.







Definizione di peeling chimico per viso



Il peeling è un procedimento meccanico-chimico che prevede l'applicazione di uno o più agenti chimici sulla cute al fine di indurre il distacco degli strati superficiali dell'epidermide e del derma, con successiva rigenerazione e rimodellamento tessutale. Se le cellule di superficie non vengono rimosse, la cute appare, vecchia, ruvida ed ispessita; al contrario con la loro rimozione otterremo un aspetto sicuramente più lucente, giovane e ben curato, e la cute sarà più levigata e con una colore più uniforme.



Meccanismo d’azione dei peeling



La metodica di esfoliazione chimica consiste nell’applicazione sulla cute di uno o più agenti ad azione esfoliante con parziale o totale distruzione di porzioni di epidermide e/o derma, e stimolazione di una loro corretta rigenerazione con rimozione dei difetti cutanei contenuti entro lo spessore di cute selezionata, ovviamente in seguito alla stimolazione e neoformazione di tessuto giovane.

La profondità d’azione del peeling dipende da vari fattori quali l'agente chimico, la sua concentrazione, il suo ph, l’area cutanea su cui viene applicato, la modalità di esecuzione e la sensibilità dell’operatore.





Modalità del Trattamento viso con Peeling



Tutti i peeling sono applicabili da una a più volte a cadenza settimanale o meglio ancora mensile a seconda del tipo di agente utilizzato e delle indicazioni stabilite in sede di visita.





Classificazione dei Peeling



I diversi peeling chimici vengono classificati, in base alla loro capacità penetrante e quindi in base all’effetto che si vuole ottenere o è richiesto, in superficiali, medi e profondi.

I peeling molto superficiali generalmente inducono la rimozione dello strato corneo, mentre i peeling medi e profondi penetrano fino al derma provocando un danno tessutale grazie al quale iniziano i processi di guarigione e rigenerazione del nuovo tessuto. 

Quando si esegue un peeling superficiale si osserva una lieve esfoliazione, che dura 3-5 giorni portando ad una delicata rigenerazione cutanea; mentre quando si eseguono peeling medio-profondi si determina un effetto “frost”, ovvero una bruciatura localizzata, che si manifesta con una crosta che dura circa 7giorni, ed il cui scopo non è rivolto solo al miglioramento della texture della pelle, ma soprattutto è rivolto alla superficializzazione di rughe e rimozione di macchie melaniche.



Tra i Peeling superficiali e medi troviamo:

  • Acido glicolico
  • Acido mandelico
  • Acido salicilico
  • Acido piruvico

Tutti indicati per il trattamento di pelli molto sensibili, affetti da acne anche in fase attiva, per il miglioramento della tessitura cutanea e della cute seborroica.



Tra i Peelings medio - profondi troviamo:

  • Soluzione di Jessner
  • Acido tricloroacetico
  • Yellow peel

I peeling medi si ottengono mediante utilizzo di uno o più agenti chimici in combinazione al fine di ottenere una potente esfoliazione epidermica a tutto spessore, ed indurre in tal modo una riepitelizzazione cutanea. Occorre avere molta attenzione nell'esecuzione di un peeling medio rispettando la tipologia della pelle e al sua reattività.



Tra i Peelings profondi troviamo:


Acido tricloroacetico applicato rispetto a quello medio in modo più concentrato e con più strati

I peeling medio-profondi sono rappresentati da sostanze quali l'acido tricloroacetico, con una concentrazione variabile dal 18-25-35%, con potente capacità di rimuovere macchie e superficializzare le rughe sottili. La sua applicazione provoca una notevole denaturazione delle proteine con conseguente necrosi cellulare e crosta di guarigione. 

L’effetto frost iniziale è un indice della sua riuscita, ma al contempo è un parametro d’uso che ci guida nel quanto insistere col trattamento, e nel numero di strati di materiale.

Sebbene la riepitelizzazione si concluda in circa 7 giorni è possibile documentare il rimodellamento del derma per ancora 6 mesi.



Caratteristiche di un peeling per il viso



Le caratteristiche base di un peeling si diversificano da prodotto a prodotto usato, ma in genere sono:

  • azione esfoliante
  • incisiva stimolazione del tournover cellulare e dell’attività dei fibroblasti
  • induzione alla sintesi di nuovo collagene endogeno
  • attivazione della produzione di glicosamminoglicani e fibre elastiche
  • forte e costante azione anti-ossidante pre e post peeling
  • ri-epitelizzazione rapida (6-8 giorni)



Indicazioni ai Trattamenti con Peeling



Lo studio Montironi, consiglia, vistole modalità d’uso e la tipologia terapeutica di un peeling, il suo uso prevalentemente nei periodo invernale.

Dopo il trattamento si consiglia sempre l’applicazione di creme che fungono da schermo totale e contemporaneamente da idratanti, in quanto l’ulteriore esposizioni ai raggi U.V potrebbe essere peggiorativa.

Gli U.V.B in genere provocano eritemi cutanei, mentre gli U.V.A penetrano in profondità e possono danneggiare ulteriormente il derma.


Studio Odontoiatrico Dott. Stefano Montironi

Via Dario Campana 6/e, 47922 Rimini (RN)


Tel. 0541/774720; cell. 334/2572797
CF. MNT SFN 68L26 H294H, P.iva. 02493330407
Iscrizione Ordine Medici Provincia di Rimini n°191 
Iscritto Albo CTU Tribunale di Rimini

info@montironi.it  - stefano.montironi@pec.andi.it -Privacy - Conformità e  Disclaimer

Verifica se il tuo dentista e' un professionista accreditato , clicca qui verrai indirizzato sul sito della
Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri.