Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione.
Continuando a navigare nel sito si accetta la nostra politica cookie.
siete in > Articoli e News > GESTIONE ARTICOLI > Dettaglio Articolo
Progetto per l'igiene orale. Consigli per l'igiene orale dei piccoli animali

Odontoiatra e veterinario

uniti nell'igiene orale dei piccoli animali

cani e gatti sempre puliti nel loro e nel vostro rispetto.



Scarica PDF     



Igiene Orale

Come l’igiene orale è importante per noi, lo è anche per vostro cucciolo o animale da compagnia adulto in quanto rappresenta il traguardo per il buon mantenimento della salute generale.

 

Anche il cane e il gatto devono fare i conti con placca e tartaro; nulla si differenzia da quanto succede alla nostra di bocca, con la differenza che per noi le norme e regole sociali ci insegnano i rudimenti di igiene sin dalla nascita. La prima cosa da fare è tenere il più possibile pulita la bocca del vostro amico a quattro zampe. Se l’hai abituato fin da cucciolo a “farsi mettere le mani in bocca” si è nelle condizioni ideali per dedicare qualche minuto a spazzolare i suoi denti. Usando particolari accortezze e servendosi di spazzolino e dentifricio appositamente studiati per la sua bocca, lavargli i denti diventerà parte integrante dell’igiene quotidiana.

 

Vari studi e ricerche hanno confermato il coinvolgimento dei batteri orali, presenti nella placca e tartaro dei vostri animali come loro causa di malattie cardio-vascolari e fonte di contaminazione se si tratta di animali da compagnia che vivono all’interno degli ambienti domestici.

 

L’80% dei cani ed il 74% dei gatti ha problemi di bocca o denti, specie dopo i 3 anni di età, al contempo aumenta la vita media dei cani e dei gatti e, con essa, anche la propensione a contrarre malattie e, ad avere problemi legati alla sfera della bocca.

 

Non sottovalutare l’alito

L’alito cattivo  non è una caratteristica “naturale” del nostro amico a quattro zampe, ma è soprattutto un indice di scarsa igiene orale, come può anche essere indice di cattiva salute. A provocarlo sono i milioni di batteri della placca, capaci di liberare grandi quantità di composti a base di zolfo, responsabili non solo dell’odore di uova marce o pesce (che tanto ci disturba), ma anche di danni veri e propri alla bocca del nostro amico.

 

 

Vediamo ora una serie di consigli guida per aiutarvi a lavare i denti del vostro cane o gatto, mantenendo i loro denti bianche e brillanti:

 

“ Le buone abitudini cominciano sin da piccoli.

Il periodo migliore per iniziare l’educazione del vostro cucciolo è intorno ai 8-12 settimane. Dare ed impartire abitudini è fondamentale per un’educazione che non viene vista come un’imposizione, ma come una routine. Non aspettate che il cucciolo cambi i denti, anche quelli da latte devono essere lavati, così che al tempo dei denti definitivi sia tutto più facile ed accettato. Delicata è il periodo di cambio dentatura, le gengive sono dolenti e possono fare male, come infastidire il vostro animale. In questo caso sospendete la spazzolatura quotidiana con setole e passate ad usare una garza, in modo che passiate dallo spazzolamento attivo ad un massaggio giocoso.

“ Si inizia a mano libera.

La prima cosa da fare è cominciare a maneggiare il muso del vostro cucciolo, massaggiandoli le labbra. Dopo qualche tentativo, passate un dito sulle gengive e su denti; nel caso di un cane, bagnate le dite con brodo di carne; nel caso di un gatto, insapori tele con del tonno. In breve tempo vedrete la vostra conquista, sanno loro a cercarvi. Chiedendo di toccargli la bocca nuovamente.

“…si continua con una garza……

Usate una garza o una pezza morbida avvolta attorno al dito. Insapori tela sempre con un liquido gustoso e strofinatela delicatamente sulla gengive e denti dei vostri piccoli amici.

“ Quando approdare allo spazzolino?

Per cominciare con piede giusto, occorre avere lo strumento adeguato. Procuratevi uno spazzolino delicato, preferibilmente dalla forma di cappuccio in caucciù che si inserisce sul vostro dito dalle setole morbide ed elastiche. Insapori telo con brodo di carne o tonno, ed usatelo in modo che le setole lavorino sempre nella direzione gengiva ® dente. Spazzolare solo la superficie esterna del dente, quella dal lato delle labbra. Prestate più attenzione ai canini ed incisivi: vengono usati di meno per masticare, e la placca tende ad accumularsi maggiormente.

Per ultimo non dimenticate di premiare il vostro amico a quattro zampe ogni volta che si fa lavare i denti. ® MOTIVARE PER IL SUCCESSO.

“ Che dentifricio scegliere.

Non usare mai i dentifrici di uso umano: molti dei loro componenti, ad esempio fluoro,detergenti, bicarbonato, xilitolo, etc., etc, possono nuocere al vostro amico. Ricordatevi che noi, durante e dopo lo spazzolamento sputiamo il dentifricio,mentre loro lo ingoiano!!!!!

Ci sono varie marche di dentifrici, non posso fare nomi per motivi legali, e pubblicitari, il vostro negozio di fiducia potrà consigliarvi adeguatamente.

“ Cura la tua pazienza e vedrai che diventando abitudine, si avrà successo.

Se il tuo cucciolo si ribella sin dall’inizio, non ti imporre. Trasforma il tutto in gioco, fa che lo spazzolamento sia un motivo divertente come ricordati di ricompensare sempre lo sforzo che il vostro amico affronta nell’accettare l’educazione da voi indotta.

Cercate di spazzolare i denti sempre alla stessa ora e negli stessi giorni in modo che come vi consigliavo nei punti precedenti, diventi tutto un’abitudine. Se il vostro amico a quattro zampe è goloso, spazzolategli i denti prima del pasto principale, così da far coincidere la gratificazione con il pasto.

“ E se non s riesce a spazzolare i denti tutti i giorni?

Niente è meglio di uno spazzolamento quotidiano per garantire la salute generale attraverso l’igiene orale. Non sempre, però è possibile. Stabilite una tabella anche per voi, il concetto di routine e ripetività vale anche per noi; così non vi dimenticherete e tutto diventerà un rituale piacevole.

Esistono poi in commercio apposito giochi da masticare o diete specifiche da mescolare la cibo principale che prenderà cura dell’igiene orale del vostro animale, del suo alito, ma anche del vostro benessere e de benessere dei vostri figli.

                                                                         

print

Studio Odontoiatrico Dott. Stefano Montironi

Via Dario Campana 6/e, 47922 Rimini (RN)


Tel. 0541/774720; cell. 334/2572797
CF. MNT SFN 68L26 H294H, P.iva. 02493330407
Iscrizione Ordine Medici Provincia di Rimini n°191 
Iscritto Albo CTU Tribunale di Rimini

info@montironi.it  - stefano.montironi@pec.andi.it -Privacy - Conformità e  Disclaimer

Verifica se il tuo dentista e' un professionista accreditato , clicca qui verrai indirizzato sul sito della
Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri.